TOLLEGNO 1900: 120 ANNI NEL NOME DELLA LANA

TOLLEGNO 1900: 120 ANNI NEL NOME DELLA LANA

A Pitti Immagine Filati l’azienda celebra l’importante traguardo con una collezione che pone al centro alcuni filati-emblema del percorso della sua evoluzione. Ad ispirarla il tema “Wool Universal Code”. Sempre baricentrico anche il tema della sostenibilità sottolineato da certificazioni green e dalla partecipazione al progetto “SustainAbility”

La lana come codice universale: da questa premessa prende forma la collezione PE 2021 di Tollegno 1900 che, nel 2020, si appresta a celebrare i 120 anni di attività. Una data importante che sceglie “wool universal code” come elemento identitario declinandolo in una serie di filati iconici come Harmony 4.0, New Royal Topwash, Charme e Woolcot ed in prodotti di ultima generazione come Harmony 4.0 Silk . “Questa collezione punta alla razionalizzazione mettendo la lente su filati fortemente rappresentativi del nostro percorso, definito da costanti esplorazioni e ricerche mirate a sviluppare nuovi prodotti, da innovazioni di processo e di trattamento utili per accrescerne qualità e performance. Il nostro obiettivo – spiegano da Tollegno 1900 – è infatti quello di offrire ai nostri clienti filati di estremo valore che hanno origine in un ambiente che fa della biodiversità un punto fermo, del rispetto per gli animali una regola e della tracciabilità e della certificazione dell’intero processo produttivo un atout. Tutte scelte che esprimono appieno lo spirito della nostra azienda tesa a mantenere un equilibrio costante tra impegno e business, tra etica e mercato”. Fedele a questa filosofia è anche la collezione per la prossima stagione calda espressa in un unico book che raccoglie le tre anime “Luxury”, “Classic” e “Performance”, stemperate l’una nell’altra in un gioco di contaminazioni e contrapposizioni per la massima valorizzazione di ogni filato. A favorirla anche il “fattore colore” definito dalla cartella “Trends” (36 nuance dalle tonalità piene ma non aggressive in cui le sfumature vincono sull’effetto-strong) e “Colours” composta da 165 tonalità evergreen per il guardaroba. La partecipazione alla Fiera fiorentina è anche l’occasione per continuare a porre l’accento sull’attenzione che l’azienda pone alla sostenibilità come confermano l’uso di tecnologie fortemente innovative ad impatto zero – “Washingballs” e “Brushing Balls” by Sergio Sala – e certificazioni d’eccellenza come RWS (standard relativo al benessere delle pecore e al rispetto del loro ambiente) e Nativa Precious Fiber che garantisce la qualità e la tracciabilità delle fibre di lana lungo tutta la catena del valore, assicurando capi realizzati con fibre naturali nel rispetto dell’ambiente e del benessere degli animali. “Siamo inoltre orgogliosi che il nostro impegno per l’ambiente sia stato riconosciuto anche dagli organizzatori di Pitti Immagine Filati che ci hanno nuovamente coinvolti nel progetto “SustainAbility”. Nell’apposita area dedicata alle realizzazioni sostenibili esporremo infatti uno dei nostri filati eco di maggior successo: Explorer”.