Esposizioni, musei, spazi culturali che del tessile e dei filati hanno fatto il loro centro. Dove si trovano?

Allestito in un’area dei Laboratori di filatura, preparazione e tessitura dell’Istituto Tecnico Industriale “V.E.Marzotto”, la cui sede risale al 1936 per volontà dal conte Gaetano Marzotto che inserì la struttura all’interno della “città sociale”, il Museo delle Macchine Tessili è uno dei fiori all’occhiello di Valdagno. Ad ospitarlo è un capannone industriale, con colonne e architravi in calcestruzzo armato ed una copertura a schede con travi reticolari nel medesimo materiale, secondo lo stile architettonico che si riscontra anche in alcune parti del Lanificio Marzotto. A caratterizzare il suo interno sono invece impianti come il montacarichi con il piano interrato e l’impianto di umidificazione a nebulizzazione. Aperto a partire dal 1999 e negli anni arricchitosi e perfezionatosi, il Museo si propone di testimoniare il progresso tecnologico di un settore produttivo – il tessile – che ha segnato profondamente la città e il territorio. Con questa finalità, nella Sala della tessitura, destinata a restare di competenza della Scuola per le attività didattiche, si possono non solo vedere in funzione telai d’ultima generazione per tessuti lisci e operati, ma anche confrontare diversi metodi di progettazione e produzione.

Share on...

Keep in touch!

Iscriviti alla newsletter

Credits

Graphic design and web development: 3PM Studio
Copywriting: Raffaella Borea
SEO: Gilberto Rivola
Photography: Marzia Pozzato