Esposizioni, musei, spazi culturali che dei filati e del tessile hanno fatto il loro centro. Dove si trovano?

750MQ: questa l’area in cui è esposta la collezione permanente del “Museo Unico Regionale dell’Arte Tessile Sarda” composta da un ricco corpus di manufatti provenienti da diverse parti dell’Isola. Dalle coperte alle lenzuola, dalla biancheria per l’infanzia a quella per uso quotidiano, dalle bisacce ai teli per la campagna, passando per l’abbigliamento destinato ai pastore, ai costumi tradizionali per le feste sino a telai tradizionali in legno, attrezzature e strumenti vari per la tessitura, il Museo è una celebrazione della cultura tessile in tutte le sue accezioni. A completare l’esposizione sono inoltre capi tipicamente samughesi e destinato a vestire la quotidianità e preziosi manufatti tessili del Settecento, realizzati artigianalmente in lana, cotone e lino. Pezzi unici, per valore e singolarità, sono infine le “affaciadas”, strisce di tessuto finemente lavorato che si esponevano nei balconi durante la processione del Corpus Domini. Tra le rarità presenti al Museo spiccano inoltre cinque “tapinos ‘e mortu”, manufatti impiegati per appoggiare la salma durante la veglia funebre.

Share on...

Keep in touch!

Iscriviti alla newsletter

Credits

Graphic design and web development: 3PM Studio
Copywriting: Raffaella Borea
SEO: Gilberto Rivola
Photography: Marzia Pozzato